Breve radiografia del Marocco

Il Marocco è uno dei paesi che offre maggiori opportunità commerciali alle aziende internazionali. L’agricoltura, il turismo e l’industria aerospaziale sono alcuni dei settori che destano maggiore interesse.

A causa della sua posizione geografica, il Marocco è un paese strategico per gli scambi e gli investimenti tra Europa e Africa e tra Nord America e Medio Oriente.

In effetti, il paese africano brilla di luce propria ed è uno dei mercati con le migliori prospettive di crescita per il 2019.

Il Marocco mantiene il PIL in costante aumento

Le prospettive economiche confermano che il paese dell’Alawi sta migliorando anno dopo anno. Per quanto riguarda il 2019, la crescita del PIL dovrebbe accelerare al 3,3%.

Questo aumento sarà possibile grazie a un aumento ciclico della produzione agricola, nonché a una maggiore crescita non agricola. Inoltre, la situazione politica è anche relativamente stabile e dovrebbe rimanere tale nei prossimi anni.

Come se ciò non bastasse, il settore finanziario marocchino è davvero competitivo e offre una vasta gamma di opzioni di finanziamento per gli investitori stranieri.

Quali sono i settori chiave in Marocco?

I settori chiave dell’economia marocchina includono l’agricoltura, il turismo, l’industria aerospaziale, l’industria automobilistica, i fosfati, i tessuti e i componenti elettrici. Anche di importanza crescente per l’economia sono i settori moderni, in particolare il turismo e le telecomunicazioni

Certamente, il Marocco ha capitalizzato la sua vicinanza all’Europa e costi di manodopera relativamente bassi per lavorare nella costruzione di un’economia diversificata, aperta e orientata al mercato.

Esportazioni e importazioni del Marocco

Il basso costo del lavoro e la vicinanza all’Europa hanno aiutato il Marocco a costruire un’economia diversificata e orientata al mercato delle esportazioni e delle importazioni.

Allo stesso modo, le principali esportazioni del Marocco sono abbigliamento e prodotti tessili, componenti elettrici, prodotti chimici inorganici, transistor, minerali grezzi, fertilizzanti (compresi fosfati), prodotti petroliferi, agrumi, verdure, pesce e automobili.

Per quanto riguarda le importazioni, spiccano petrolio greggio, prodotti tessili, apparecchiature per le telecomunicazioni, grano, transistor, plastica, gas ed elettricità.

Tra le altre misure per promuovere il commercio internazionale, il Marocco ha aumentato gli investimenti nelle sue infrastrutture portuali, nella sua rete di trasporto e nelle sue capacità industriali per posizionarsi come centro e corridoio commerciale in tutta l’Africa.